* MOSTRA Daniela BALSAMO / Interno giorno HOME / LA GALLERIA / LE NOSTRE ESPOSIZIONI / CALENDARIO / PRESS / CONTATTI
* COPERTINA



* DATE
Dal 29 settembre (inaugurazione ore 10:00) al 22 ottobre 2017




* DESCRIZIONE

 COMUNICATO STAMPA
LA GALLERIA ELLE ARTE DI VIA RICASOLI, 45 PALERMO COMUNICA CHE:
VENERDI’ 29 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 SARÀ INAUGURATA PERSONALE DI

DANIELA BALSAMO
“INTERNO GIORNO”
a cura di Floriana Spanò

 
La mostra apre la ventesima stagione artistica della galleria ed è inserita nel percorso degli Itinerari Contemporanei de “Le Vie dei Tesori”.
In esposizione ventitré oli e alcune tecniche miste di recente realizzazione ( 2015-2017 ) che costituiscono un itinerario sentimentale attraverso la rappresentazione di luoghi della memoria, oggetti personali e ritratti, soggetti tutti improntati ad una cifra intimistica intensa e accattivante.
Racconta l’autrice:
“ Interno giorno é un'espressione rubata al lessico del cinema usata nelle sceneggiature per descrivere il luogo e il tempo in cui avviene la scena. É in questo modo che affronto il mio lavoro, attraverso il racconto di scene intime, domestiche, spesso interni, scorci di vita, oggetti. Tuttavia questa apparente tranquillità ad una più acuta osservazione, cede il posto alla decadenza, non si sottrae alla memoria, al contrario ne diventa testimone. La materia che si deteriora porta con se la ricchezza del tempo, dell'esperienza, delle storie di cui é stata protagonista. Soggetti che sembrano saltar fuori da fotografie ingiallite e bauli ammuffiti, in cui il colore diviene protagonista e portatore di una luce potente e teatrale.”
Scrive Floriana Spanò nella presentazione al catalogo:
[...]Con grande maestria utilizza colori ad olio e colature che evocano un passato che sembra dissolversi e sgretolarsi, immortalato in un frame che lascia alla libera interpretazione emozionale.
I suoi quadri mostrano una realtà filtrata, in cui gli oggetti quotidiani diventano contenitori di ricordi.
Sono proprio questi, veicoli di stati d’animo ed emozioni che esprimono in maniera indiretta l'angoscia del vivere, la solitudine, l'amore, diventando metafora di vita.
Gli oggetti e gli interni rappresentati non svelano il segreto della loro presenza, rinviano piuttosto a un'incessante vicenda di vita e di morte, di gioia e di dolore, che costantemente ritorna su sé stessa, lasciando come unico conforto la fragile idea di una piccola felicità. [...]

Daniela Balsamo vive ed opera a Palermo
All’inaugurazione sarà presente l’artista
La mostra si protrarrà fino al 22 OTTOBRE 2017.
Ingresso libero. Orari : martedì- giovedì 16,30/19,30 ; venerdì- domenica 10.00/18.00 (chiuso lunedì)
Per informazioni tel.091-6114182; e-mail ellearte@libero.it; website : www.ellearte.it



* INFORMAZIONI

 Tra spazio e colore

Basta che un rumore, un odore, già uditi o respirati un tempo, lo siano di nuovo, nel passato e insieme nel presente, reali senza essere attuali, ideali senza essere astratti, perché subito l’essenza permanente, e solitamente nascosta, delle cose sia liberata, e il nostro vero io che, talvolta da molto tempo, sembrava morto, anche se non lo era ancora del tutto, si svegli, si animi ricevendo il celeste nutrimento che gli è così recato. Un istante affrancato dall’ordine del tempo ha ricreato in noi, perché lo si avverta, l’uomo affrancato dall’ordine del tempo.
(Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1909-1922)

Marcel Proust ricercava il tempo perduto componendo un’opera in cui i ricordi del protagonista, Marcel, venivano narrati seguendo i moti dell’anima in una ricerca del tempo passato come momento propizio in cui ritrovare sé stessi indagando la realtà attraverso l’introspezione.
È quest’ultima a metterci in contatto con la sfera dei ricordi e della memoria che, volontaria o involontaria, sembra sfuggire alla linea del tempo restando in una dimensione sospesa.
Daniela Balsamo dipinge interni ed oggetti eletti a protagonisti di una scenografia dal taglio intimo e profondo a cui fa da sfondo una bellezza decadente sottratta alla memoria, una rappresentazione soggettiva della temporalità tesa ad interrogare ed interrogarsi, pur mantenendo le distanze dalla storia.
Con grande maestria utilizza colori ad olio e colature che evocano un passato che sembra dissolversi e sgretolarsi, immortalato in un frame che lascia alla libera interpretazione emozionale.
I suoi quadri mostrano una realtà filtrata, in cui gli oggetti quotidiani diventano contenitori di ricordi.
Sono proprio questi, veicoli di stati d’animo ed emozioni che esprimono in maniera indiretta l'angoscia del vivere, la solitudine, l'amore, diventando metafora di vita.
Gli oggetti e gli interni rappresentati non svelano il segreto della loro presenza, rinviano piuttosto a un'incessante vicenda di vita e di morte, di gioia e di dolore, che costantemente ritorna su sé stessa, lasciando come unico conforto la fragile idea di una piccola felicità.
Anche la stessa memoria, oscurata e dissolta dal tempo trascorso, non riesce a recare conforto poiché ad essa è affidato il compito di recuperare eventi ai quali è attribuito un particolare valore e che potrebbero essere involontariamente modificati.
In questa ottica i dipinti della Balsamo, come testimoni silenti, cristallizzano quell’attimo carico di aspettative in cui, come in una ripresa veloce, tutto è rappresentato e sta solo all’occhio attento del fruitore coglierne l’essenza.

Floriana Spanò




Interno giorno é un'espressione rubata al lessico del cinema usata nelle sceneggiature per descrivere il luogo e il tempo in cui avviene la scena. É in questo modo che affronto il mio lavoro, attraverso il racconto di scene intime, domestiche, spesso interni, scorci di vita, oggetti. Tuttavia questa apparente tranquillità ad una più acuta osservazione, cede il posto alla decadenza, non si sottrae alla memoria, al contrario ne diventa testimone. La materia che si deteriora porta con se la ricchezza del tempo, dell'esperienza, delle storie di cui é stata protagonista.
Soggetti che sembrano saltar fuori da fotografie ingiallite e bauli ammuffiti, in cui il colore diviene protagonista e portatore di una luce potente e teatrale.

Daniela Balsamo



* OPERE