d

RIFLESSI. TRASPARENZE.

RIFLESSI. TRASPARENZE.

Date
  • 25 Marzo - 12 Aprile 2011

Location
Mostra collettiva
25 Marzo - 12 Aprile 2011

Descrizione

Una visibilità impervia, maculata per ogni dove dall’intensità del suo spazio percettivo e pervasa dal senso profondo della sovrapposizione, segna la sommersa quanto intrinseca volontà di Peter Bartlett a rappresentare quel suo mondo come se fosse espunto da un enclave brillante e soporoso. Ciò nel momento in cui la realtà di questo artista inglese, che vive la Toscana come sua patria spirituale, si arricchisce di colloqui sempre rinnovati con la figurazione, dilatandola in un tracciato ampio e sereno, aperto alla molteplicità delle tecniche a lui congeniali: pastello, tempera, olio, acquarello. Oggi la ridondanza che ha sempre caratterizzato il percorso creativo di Peter sembra raggiungere il suo più ampio raggio espressivo. Si assiste ad una certa fusione di elementi botanici trasfusi in piccoli segmenti di decoro, con memorie di stoffe, tracce musicali appena raccolte nell’ondeggiare di arbusti dei suoi spirituali giardini, in un alone illuminato da sensi orientaleggianti pregni di perspicacia tattile, legati fortemente dall’uso dei pigmenti caldi. Ora si stemperano in un groviglio di immagini naturali, di nature morte, commiste, come se il mondo dell’osservazione fosse esclusivamente legato alla sublimazione per tutto quanto orni la nostra esistenza.
Di particolare tensione espressiva si offrono le sue “tessere pisane”, votate ad una geometria lirica, esaltata dall’uso di un supporto ferino (carta vetrata), e, proprio in tale contrasto, l’ossimoro prende corpo, sostanza. E, con Peter, Edi Magi nutre i suoi manufatti in ceramica, vivendo appieno gli insostituibili umori di terra etrusca. In questi lavori d’arte fittile si accende quella dimensione terrestre in cui la morfologia acquisita dall’argilla in forme d’uso restituiscela sua sostanza primaria. Nei percorsi liberi, ecco il soffio aereo che arrichisce per i manufatti di accese forme plastiche volte all’arte contemporanea. Poi, particolarmente la geometria vertiticalistica o le forme lineari verticalizzate, conducono con Edi a corpi espressivi naturali, vlti alla tessera sia biologica che geologica, in cui la commistione creativa restituisce valore esenso al suo linguaggio.
Tale cerchio espressivo si completa con Sarah Miatt ( artista di origine inglese alimentata dall’antica etruria), lungo i suoi delicati lavori in cui, in un collage immateriale e impermanente, prende consistenza la sua grammatica. Proprio in tale realtà trasognata, nella quale il trascorso e il presente incontrano il loro messaggio proprizio, la lirica assunzione nel manifestare l’arte trova materia e voci. Per tali travasi, dove colore e segno tracciano la loro essenza più sentimentale, Sarah invia sensibilità nuove, e, allo stesso tempo, vigore e sogno.

Aldo Gerbino

Comunicato Stampa

La Galleria Elle Arte di via Ricasoli, 45 comunica che
venerdì 25 marzo 2011 alle ore 18,00 sarà inaugurata la mostra
RIFLESSI,TRASPARENZE
PETER BARTLETT, EDI MAGI, SARAH MIATT
DIPINTI, MANUFATTI

La collettiva raccoglie le opere di tre artisti che vivono e lavorano in Toscana: Bartlett e Miatt, inglesi, espongono dipinti ad olio, pastelli e tecniche miste; Magi, nativa di Arezzo, mostra raffinate e preziose ceramiche.
Il sodalizio artistico fra i tre autori crea un armonioso percorso espositivo, coniugando le trasparenti tinte delicate delle opere della Miatt, con i riflessi delle ceramiche invetriate della Magi, caratterizzate ora da sfumature dal bianco all’avorio, impreziosite da lievi dorature, ora decorate con smalti che richiamano le tinte calde e solari dei pastelli e dei collages di Bartlett.
Nelle opere più recenti di Edi Magi le superfici lisce e nude sono arricchite da volumi e rilievi, interrotte da graffi, tracce, impronte, trame a volte perfettamente geometriche, altre morbidamente ondulate. Il pezzo così realizzato diventa una sorta di fusione tra scultura e pittura, dove forma e decoro, tecnica e creatività si integrano in armonioso equilibrio. Ogni oggetto della sua collezione é unico, ideato e realizzato dall’artista interamente a mano
Bartlett propone le sue opere più recenti ( tecniche miste, pastelli, oli , collages) nelle quali si fondono evanescenti elementi figurativi e moduli geometrici, caratterizzati dalla sovrapposizione di diversi materiali con sorprendenti effetti cromatici e materici.
Nelle opere della Miatt, tutte di recente produzione, si uniscono in una sintesi viva e vibrante la tradizione inglese dell’arte grafica e quella mediterranea del colore. Gli oggetti e i paesaggi ritratti nei suoi lavori costituiscono la sua metafora dell’infinito trascorrere del tempo, un ritorno alle origini nel quale la memoria talvolta si stempera nel sogno , producendo magiche visioni.
Venerdì 25 e sabato 26 gli artisti saranno presenti in galleria.

La mostra si protrarrà fino al 12 aprile 2011
Ingresso libero. Orari 16.30/19.30 (Chiuso Domenica )
Per informazioni tel. /fax 091-6114182; e-mail: ellearte@libero.it.
www.ellearte.it

Informazioni

RECENSIONI: “Giornale di Sicilia” guida città 25 marzo 2011; “La Repubblica” giorno e notte 25 marzo 2011; La Repubblica” giorno e notte 29 marzo 2011; “La Sicilia” Palermo Aldo Gerbino 7 aprile 2011.

OPERE DI: Peter Bartlett, Edi Magi, Sarah Miatt.

Lun - Sab, dalle 16.30 alle 19.30
chiuso domenica.

L'ingresso è libero.
Per informazioni
+39 339 686 7902
+39 091 611 4182

GALLERIA ELLE ARTE
via Ricasoli, 45
90139 Palermo
Italy